Attività INAF-OATs per il pubblico e le scuole


Specola M. Hack

Scarica pdf

 La Specola Margherita Hack è aperta alle visite del pubblico e delle scuole.

Al piano terreno si trova l'allestimento della mostra storica che raccoglie numerosi testi, strumenti e notizie sull'attività scientifica degli astronomi triestini e giuliani dal 1750 al 1970, in un percorso temporale descritto passo per passo in italiano, inglese e tedesco. Una televisione a grande schermo collegata in rete e al computer consente di soffermarsi su temi particolari ed è utile per presentazioni, brevi conferenze o seminari.

 

   

 

Al piano superiore, vale a dire nella cupola propriamente detta, è installato un moderno telescopio riflettore che ha lo specchio principale di 60 cm di diametro, costruito dalla ditta Marcon di San Donà di Piave (VE). Lo strumento, la sua meccanica e il suo sistema ottico sono ottimizzati per offrire la massima qualità e semplicità di visione diretta, non mediata da alcuna apparecchiatura elettronica, dei corpi celesti, visione che costituisce un'esperienza diversa da quella offerta dalle immagini su carta o schermo. Tale telescopio si muove e punta gli oggetti celesti controllato da computer ed è affiancato da due telescopi rifrattori più piccoli per la visione a grande campo o per osservare con appositi filtri attenuatori la superficie del Sole.

 

In cupola è anche installato un proiettore ad alta definizione provvisto di una lente divergente specialmente costruita, in modo che la superficie interna della cupola stessa fa da schermo sferico di grande ampiezza. Il sistema è dotato di computer e sistema audio di alta qualità. Con esso è possibile proiettare dal cinema a mappe celesti digitali, da video didattici a immagini di qualsiasi corpo celeste, alle trasmissioni in diretta streaming di eventi scientifici. Il software per la simulazione del cielo e la didattica (PlanetC, basato su Stellarium) è stato in parte sviluppato presso l'Osservatorio Astronomico di Trieste, in collaborazione con l'associazione planetaristica Star Freedom.

 

 

Con questi strumenti il pubblico e gli studenti possono osservare i diversi corpi celesti a seconda del cielo della stagione, guidati da un astronomo che illustra la natura di ciò che si osserva. Venticinque persone alla volta possono partecipare a ogni sessione.

 

Le visite alla Specola Margherita Hack si svolgono anche se il cielo è nuvoloso: in questo caso il sistema audiovisivo con la proiezione a grande campo su metà della cupola consente all'astronomo di illustrare la morfologia di stelle, pianeti e galassie, di spiegare i principali fenomeni celesti e di soffermarsi comunque sull'attualità astronomica.

 

View the embedded image gallery online at:
http://scuole.oats.inaf.it/index.php/it/smh-it#sigFreeId49b2c57f3a